Ricevi la sesta sedia in regalo

Scopri l'offerta

Panton Chair Classic - Group_web_sub_hero

Panton Chair Classic

Verner Panton, 1959

Dopo aver ideato un progetto per una sedia interamente in plastica realizzata in un pezzo unico, ci vollero parecchi anni prima che Verner Panton riuscisse a trovare un produttore. Entrò in contatto per la prima volta con Vitra nel 1963 e insieme progettarono la Panton Chair, che fu presentata nel 1967. Fu accolta con grande entusiasmo e premiata con numerosi riconoscimenti. La versione originale della sedia con una finitura laccata lucida è tuttora contrassegnata dalla denominazione Panton Chair Classic.

1.520,00 €

Cuscini del sedile per Panton Chair

Informazioni

Famiglia di prodotti

Panton Chair Classic

Verner Panton è stato una delle figure più influenti nello sviluppo del design negli anni '60 e '70. Oltre al suo approccio sperimentale nei confronti di forme e colori, era affascinato dal potenziale della plastica, che all'epoca era un materiale nuovo. Il suo obiettivo era creare una sedia realizzata in un unico pezzo, comoda e utilizzabile ovunque. Dopo aver cercato un produttore per molti anni, nel 1963 Panton entrò in contatto con Vitra. Insieme svilupparono la Panton Chair, presentata per la prima volta nel 1967. La produzione pre-serie della Panton Chair iniziò nel 1967. Fu accolta con grande entusiasmo e premiata con numerosi riconoscimenti. Uno dei primi modelli è custodito nel Museum of Modern Art di New York. Oggi la Panton Chair è considerata un grande classico tra i mobili di design moderni. La versione originale della sedia in schiuma poliuretanica rigida con finitura lucida è commercializzata con il nome di Panton Chair Classic.

Questo prodotto è stato progettato da

Verner Panton

Verner Panton fu una delle figure più influenti per lo sviluppo del design negli anni '60 e '70. Dopo essersi trasferito in Svizzera all'inizio degli anni '60, il designer danese divenne famoso per la sua inventiva e le sue idee innovative per arredi, apparecchi di illuminazione e tessuti. Il tratto distintivo dei suoi lavori era l'utilizzo magistrale del colore.